Aggiornato a Martedì 13 Novembre ore 03:01

Atlantia verso una sanzione

Pubblicato il 16/08/2018 alle ore 12:05:30

Per quanto sia da condannare l'atteggiamento dei vertici della controllata dalla famiglia Benetton (non ci risultava la pericolosità del ponte, quando avevano indetto una gara velocissima per assegnare l'appalto per mettere in sicurezza il viadotto crollato), bisogna registrare che i Viceministri si sono messi in una situazione decisamente poco piacevole. 

Prima hanno accusato i Benetton di pagare le tasse in Lussemburgo (falso) poi la dichiarazione di voler ritirare la concessione con crollo immediato del titolo (e bond). Ora la sanzione che attenua moltissimo il timore degli investitori.

Ognuno tragga le proprie considerazioni


(Reuters) - Il governo considera possibile la strada di una sanzione contro Autostrade, del gruppo Atlantia  dopo il crollo del ponte Morandi in alternativa alla annunciata intenzione di revocare la concessione per la gestione della rete.


Lo ha detto una fonte governativa a cui è stato chiesto se, cosiderato l'iter complesso e costoso della procedura di revoca, il governo consideri come alternativa la strada di una sanzione.


"E' possibile", ha risposto la fonte.


Poco prima il ministro dello sviluppo e del lavoro, e vicepremier Luigi Di Maio, ha reiterato la volontà del governo di revocare ad Autostrade la concessione "contestando gravi inadempienze" e senza aspettare "i tempi della giustizia".


L'iter in realtà prevede una formale contestazione, che non c'è stata al momento, una verifica in contraddittorio tra le parti e alla fine di un processo che dura diversi mesi, anche il pagamento di diversi miliardi (si stimano tra 15 e 20) da parte del ministero alla società per poter subentrare

Ultime notizie

© 2018 4Trading.it. Tutti i diritti riservati. P.IVA 03762510406