Aggiornato a Venerdì 21 Settembre ore 17:47

Ecofin: Tria ribadisce l'impegno italiano e apre a Francia e Germania

Pubblicato il 22/06/2018 alle ore 15:07:48

"È stata la prima volta all'Eurogruppo, ho visto un clima positivo e anche la volontà di andare avanti nella costruzione europea. Ci sono idee diverse, ma è stata una visita fruttuosa per scambiarci idee con Moscovici e  Dombrovskis. C'è un clima di collaborazione".

Così il ministro dell'Economia, Giovanni Tria, nel corso di una conferenza stampa al termine dei lavori dell'Eurogruppo e dell'Ecofin. "Ieri sera c'è stato un importante risultato di appoggio alla Grecia, un risultato che deve rendere felici tutti i paesi e l'Europa. Il punto centrale è stata la discussione su un documento di Francia e Germania, una road map sul bilancio europeo che ha trovato un'apertura. Ci sono una serie di tagli su cui c'è disaccordo, ma la conclusione è stata la volontà di andare avanti prendendo la parte positiva", ha aggiunto.

Dombrovskis: Tria ha ribadito impegno a ridurre debito  Il ministro dell'economia Giovanni Tria "nel nostro incontro di ieri ha ribadito l'impegno perché l'Italia continui a ridurre il rapporto debito/Pil", e su questo "la posizione della commissione è ben nota e riflessa nelle raccomandazioni per il prossimo anno di migliorare dello 0,6% del Pil la bilancia strutturale". Così il vicepresidente della Commissione Ue Valdis Dombrovskis. "Non abbiamo discusso in dettaglio la legge di stabilità per il prossimo anno, ma aspettiamo i prossimi passi per la sua preparazione e poi continueremo la nostra discussione".  

"Per quanto riguarda gli sviluppi fiscali nell'Ue, il messaggio che ripetiamo agli stati membri è che usino i momenti buoni per l'economia per ridurre i livelli di deficit e debito pubblico in modo da assicurare un maggiore spazio di manovra al prossimo peggioramento economico, e questo riguarda soprattutto gli stati membri con un alto livello di debito pubblico", ha spiegato il contesto Dombrovskis, "e certamente questo è stato uno dei temi discussi ieri con il ministro Tria".


Tria: nel 2018 interventi senza costi,come investimenti
Secondo il ministro Tria per il 2018 "i giochi sono fatti" perché è quasi finito, "ci muoveremo su interventi strutturali che non hanno costi ma sono importantissimi come far decollare gli investimenti pubblici".  

Tria: "Cercheremo di rispettare impegno a taglio 0,3% strutturale in 2018"
"L'intenzione è cercare di rispettare" l'indicazione dell'Ecofin di garantire un taglio del deficit strutturale quest'anno pari allo 0,3% del pil: "Si stanno facendo dei calcoli a fronte di una piccola deviazione da questo impegno, che deriverebbe dal fatto che l'impegno dello 0,3% è sotteso a un quadro economico abbastanza favorevole mentre ora c'è un rallentamento che riguarda tutta la zona euro", ha dichiarato il ministro Tria alla conferenza stampa a conclusione dell'Ecofin. Tria ha aggiunto che "ci possono essere dei piccoli scostamenti che derivano da questo fatto: quando ci sono dei percorsi di bilancio è evidente che a seconda dell'andamento dell'economia la situazione dei conti cambia".



Il ministro italiano: il nostro vincolo è la fiducia dei mercati, non regole Ue Riduzione del deficit strutturale e contenimento del debito "non rispondono solo al problema discussione con l'Ue ma a percorsi che l'italia deve seguire nel proprio interesse, considerando che è un'economia aperta che si muove su mercati finanziari globali. Il vero vincolo al nostro operare è dettato da questo, non da regole della Commissione Ue. Ovviamente rispettarle è segnale positivo che rafforza la fiducia che dobbiamo avere sui mercati",  ha concluso il ministro Tria. -

Fonte:

http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/tria-clima-positivo-apertura-su-documento-francia-germania-0b3c25fe-7e05-4084-9383-00b27d3284dc.html



 

Conto Corrente 300x250

Ultime notizie

© 2018 4Trading.it. Tutti i diritti riservati. P.IVA 03762510406