Aggiornato a Giovedì 18 Luglio ore 03:49

Juve : trend influenzato dal calciomercato

Pubblicato il 17/07/2019 alle ore 15:55:35

Analisi del 17/07



 

Andamento al ribasso per il titolo ma molto contenuto. Il trend dei prezzi rimane fiacco e privo di direzionalità, ma è del tutto chiaro che il movimento in essere sta premiando la qualità della campagna acquisti della società. Al momento, non diamo indicazioni operative, anche se è evidente che al superamento di 1.60/62 euro si potrà assistere al raggiungimento di 1.70/72 euro mentre su storno e rottura di 1.45 euro si avrà un consolidamento verso la zona di 1.30 euro. Non siamo attivi sul titolo e rimaniamo in attesa ma l'eventuale arrivo a 1.30 euro dovrà essere valutato positivamente per l'acquisto.

 


Analisi del 27/06





 

Sarri non ha portato alcun beneficio al titolo, ma non è questo il suo compito, mentre abbiamo la netta sensazione che eventuali colpi di mercato non provocheranno alcun beneficio al titolo, come accadde lo scorso anno con Ronaldo, perché i debiti della società cominciano ad arrivare al livello di guardia. In particolare, l'acquisto del calciatore ex Real Madrid ha rappresentato una carneficina per il bilancio anche perché il percorso in Champions si è interrotto molto presto e questo ha determinato introiti pesanti. La dinamica dei prezzi lascia supporre che sia possibile il cedimento verso quota 1.30 euro e, per il momento, suggeriamo di attendere.

 


Analisi del 24/06




 

Abbiamo letto di nuovi colpi in entrata per quanto concerne il calciomercato ma il movimento del titolo continua a rimanere fiacco tanto che il trend laterale di brevissimo si sta sviluppando in presenza di scambi contratti mentre l'indicatore rimane appena sopra la zona di forte eccesso ribassista. Non siamo  attivi sul titolo e suggeriamo di attendere perché, al momento, vi sono buone possibilità di assistere al recupero di 1.55 euro ma non crediamo che il titolo abbia la forza di continuare, tanto che ci attendiamo, subito dopo, il ritorno verso area 1.40 euro. In pratica, è possibile un andamento laterale che è difficile da sfruttare per il trading a causa delle notizie che giungeranno dal mercato estivo. Non siamo attivi ai valori correnti.


 


Analisi del 17/06



 

La rottura al ribasso di 1.46 euro sarà da tenere in considerazione perché produrrà il raggiungimento di quota 1.4 euro in prima battuta con estensione sino a 1.35 euro, dove si colloca il primo ostacolo della griglia. Suggeriamo di rimanere cauti perché solo se la campagna acquisti sarà faraonica si avrà un nuovo allungo dei prezzi con ritorno sui massimi. Al momento, l'avvento di Sarri non ha prodotto alcun ottimismo anche perché sono in pochi a scommettere sull'ottenimento di risultati in Europa. Attendere.

 


Analisi del 14/06




Il titolo è stato sospeso al ribasso per eccessivo scostamento di prezzo. Con ogni probabilità, il titolo sconta la notizia del possibile ingaggio di Sarri come allenatore (un nome che non soddisfa i tifosi, come era accaduto ad Allegri) e le vendite sono da attribuire a chi si attendeva un nome altisonante. A livello grafico si nota che il titolo si muove in pesante ribasso ed ha passato il primo appoggio. Possibile il raggiungimento di area 1.46/1.47 euro nelle prossime fasi con estensione sino a 1.41 euro. 

Non siamo attivi sul titolo perché dovremmo seguire anche il calciomercato e, francamente, non ci appassiona moltissimo. 

Di conseguenza, attendere. 


Analisi del 07/06


 

Non sappiamo per quale motivo il titolo si muove al rialzo con questa percentuale. L'abbiamo notato lo scorso anno che i movimenti estivi del titolo erano conseguenza delle voci, poi confermate, di grandi acquisti. Francamente ci riesce difficile leggere le trattative di calciomercato per stabilire se questo titolo deve essere comprato o no. Al momento, ne rimaniamo fuori ma è evidente che se dovesse arrivare un allenatore top, si avrà un nuovo allungo. 

Non sappiamo, ai valori correnti, quanto ne vale la pena rischiare così tanto. Ne rimaniamo fuori. 


Analisi del 04/06


 

Torna in auge la voce che Guardiola potrebbe essere il nuovo allenatore della squadra, ma crediamo che si tratti di una bufala. Abbiamo dato una lettura veloce ai siti di calcio e pare che il nuovo allenatore sia Sarri. Non sappiamo se è vero o no, ma la mossa di assumere un allenatore che pesa per circa 20 milioni di stipendio netto (a cui si aggiunge un monte ingaggi attuale considerevole) potrebbe essere il classico passo più lungo della gamba. Non conosciamo nel dettaglio i conti della società ma avevamo letto che tra mancato introito dalla Champions e acquisto e relativo stipendio di Ronaldo, il bilancio è in perdita. A breve sapremo che la sensazione è che Guardiola, almeno per quest'anno, rimanga un obiettivo non raggiungibile. A livello grafico, il titolo ha recuperato la soglia di 1.5 euro ma riteniamo che i nostri dubbi siano quelli di tanti, visti i volumi di queste ultime fasi.

 


Analsii del 24/05

 

Andamento molto pesante per il titolo che si porta in area 1.4 euro dopo la fiammata di ieri sulla notizia che Guardiola potrebbe essere il nuovo allenatore. La smentita del City ha provocato un nuovo cedimento verso 1.4 euro, soglia di appoggio, con proiezione verso area 1.35 punti. Il consolidamento ha provocato il raggiungimento della zona di forte eccesso dell'indicatore e tale dinamica ci spinge a credere che il raggiungimento, eventuale, di 1.35 euro sia solo un passaggio intermedio.

Strategia

Attendere

 


Analisi del 22/05

 

Netto allungo del titolo con scambi in aumento e, soprattutto, raggiungimento della zona di 1.44/45 euro, dove si trova il livello che abbiamo evidenziato. Il movimento è molto deciso tanto da prendere in considerazione l'ipotesi che si possa assistere ad un nuovo strappo prima della chiusura nonostante la presenza di un forte eccesso sull'indicatore. Se tale ipotesi dovesse rivelarsi corretta, appare del tutto probabile il raggiungimento di area 1.57/1.60 euro entro il brevissimo. 

Per il momento, rimaniamo sempre in attesa ma è evidente che non può essere solo Sarri il motivo di questo allungo. O i vertici stanno per annunciare un nuovo acquisto o stanno per dare corso a quell'investimento in real estate annunciato qualche giorno fa nella conferenza stampa di addio ad Allegri. 

Per il momento, non siamo attivi sul titolo e suggeriamo di agire con cautela. 


Analisi del 17/05

 

 

Andamento al rialzo per il titolo che "festeggia" l'esonero (o dimissioni, non abbiamo ancora letto a questo proposito) di Allegri. Il titolo sale perché con un nuovo allenatore che sia in grado di sfruttare al meglio i giocatori, può essere possibile la conquista della Coppa Campioni, vero obiettivo della società.

Scatterà il toto allenatori ma siamo del tutto certi che il profilo che la società sceglierà sarà quello di una figura con ampia conoscenza internazionale. Non sappiamo chi, ma crediamo che Agnelli non voglia fallire così miseramente come quest'anno.

Non siamo attivi, soprattutto ora che circoleranno voci di ogni genere. Valuteremo con calma se vi saranno le condizioni per agire sul titolo dopo la chiusura del campionato e con la campagna trasferimenti in atto.

A livello grafico, registriamo il raggiungimento della zona di 1.4 euro, dove si trova il primo ostacolo. Il superamento di questa soglia creerà le condizioni per il ritorno verso 1.48/1.50 euro ma i volumi sono molto bassi mentre l'indicatore ha già raggiunto la zona di forte eccesso. Al momento, consideriamo che la fase corrente non sia altro che pura speculazione.

 

Strategia

Attendere.

 


Analisi del 9/05

 


 

Ringraziamo il tifoso juventino che ci fa la rassegna stampa della società. Grazie a lui sappiamo che Conte sarà, con buona probabilità il nuovo allenatore. La notizia è stata accolta con favore dal mercato tanto che il titolo torna sopra la soglia di 1.30 euro, dove si colloca il primo ostacolo. Si tratta di un movimento molto deciso ma anche emotivo perché, come si nota dal grafico, i volumi aumentano ma non sono significativi. Prestare attenzione ai falsi segnali e agire solo in chiusura e non in questa fase. Questo è l'unico suggerimento che diamo in questa fase di mercato perché, ribadiamo, non prenderemo in considerazione il titolo e non su storno veloce e al raggiungimento di area 1.12/1.10 euro.

Per quanto concerne il grafico orario, rileviamo che il titolo si muove appena sopra l'ostacolo di 1.30 euro ma con volumi non elevati e, soprattutto, con l'indicatore che si muove in zona di forte eccesso rialzista. Situazione non proprio ottimale per l'intervento in compera.

 


Analisi del 7/05





 

Il titolo si mantiene all'interno dell'area 1.20/1.30 punti, dove si sta formando una base laterale di breve termine. Il movimento dei prezzi non determina alcun segnale che, al contrario, sta emergendo dall'indicatore di breve termine. Il movimento dei prezzi è supportato da scambi modesti e questo rappresenta un limite di notevole portata per quanto concerne il brevissimo. A nostro avviso, ma è solo una sensazione, difficilmente si rivedrà, nei prossimi mesi, la soglia di 1.50/1.60 punti perché di Ronaldo non ce ne sono molti in giro e un altro top player non arriverà in questa stagione. Mancherà quella spinta del merchandising che abbiamo visto la scorsa estate mentre un allungo dei prezzi potrebbe concretizzarsi solo se, nella prossima stagione, la squadra tornerà giocare le semifinali, o finale, di Champions.   Per ora, attendere.


Analisi del 30/04

 

 

Leggero recupero del titolo che sta provando a consolidare appena sopra la soglia di 1.20 euro. Il movimento del titolo deve essere classificato alla stregua di un recupero tecnico perché si nota che l'indicatore sta per uscire dalla zona di forte eccesso ribassista rimanendo in trend correttivo. Non solo, i volumi in questa prima ora di contrattazione si mantengono molto bassi e non creano alcuna condizione operativa di supporto al movimento dei prezzi.

Per il momento, non siamo attivi e attendiamo. Siamo compratori al raggiungimento di area 1.10/1.12 euro, dove si colloca il successivo appoggio.

 


Analisi del 25/04

 

Improvviso risveglio del titolo, al contrario delle nostre attese, e raggiungimento della zona di 1.30 euro. Il trend di oggi si sviluppa su scambi non altissimi ed ha portato l'indicatore in zona di forte eccesso rialzista. Condizione ottimale per un nuovo ribasso, soprattutto se la zona di 1.33 euro sarà raggiunta e non superata. Non siamo attivi sul titolo perché, in tutta sincerità, non sappiamo cosa potrebbe avvenire per provocare un nuovo rialzo: tutte le notizie sul titolo sono sul tavolo e non se ne riparlerà più se non dopo la chiusura del calciomercato. 


Valuteremo il rientro in compera a valori molto più bassi di quelli correnti 
 


Analisi del 24/04




 

Non butta bene per il titolo della squadra torinese che si porta sotto la soglia di 1.20 punti. Il cedimento è sicuramente strutturale e dovrebbe proseguire nel corso delle prossime fasi. Il movimento ribassista potrebbe concludersi tra 1.00 e 1.10 euro ma quello che appare chiaro è il danno ricevuto dal mancato introito. Hanno comprato uno dei giocatori più bravi al mondo (30 milioni all'anno) per non ottenere nulla, forse meno dell'anno scorso. Sono due i rischi:

- sportivo: il club è da troppo tempo ai vertici e c'è poco ricambio generazionale. Possibile una rifondazione con allungo dei tempi per cercare di vincere in Europa. Se fosse mantenuta l'attuale squadra sarà necessario vendere qualche pezzo pregiato per acquistare giovani di valore e in prospettiva (ma costano carissimi);

- borsistico: il titolo potrebbe uscire dal paniere principale.

 

Meglio attendere senza intervenire ai valori correnti. Attendere l'arrivo a 1.05/1.10 euro per eventuali acquisti. Meglio stare alla finestra.

 


Analisi del 23/04

 

La vittoria del campionato non è sufficiente per bilanciare l'eliminazione dalla Champions League. Il trend correttivo dei prezzi sta provocando il raggiungimento di quota 1.25 euro, dove si colloca un debole appoggio. A nostro avviso, appare più che probabile il raggiungimento di quota 1.20 euro ma data la dinamica dell'indicatore, su base giornaliera, non sarebbe da escludersi un peggioramento sino a 1.05/1.08 euro. Non siamo attivi in compera e rimaniamo alla finestra. Per ora, non v sonole condizioni tecniche. 


Analisi del 17/04

 





 

Non siamo compratori del titolo perché dopo la botta di ieri sera e il crollo di oggi. Al prossimo turno di campionato la squadra vincerà lo scudetto ma sarà un premio di consolazione che non mitigherà la delusione. Per quanto concerne l'andamento del titolo, ora bisogna tenere sotto controllo i costi perché il monte ingaggi è spaventoso e l'azienda necessita di entrate aggiuntive. Non basta pensare che lo stipendio di Ronaldo è per buona parte pagato dal merchandising perché bisogna tener conto del costo del cartellino che peserà non poco sui conti societari. Non solo Ronaldo perché è stata allestita una squadra molto competitiva e questo implica un aggravio dei costi. In pratica, il mancato introito dalla coppa europea deve essere reperito tramite nuovi sponsor per mantenere l'attuale squadra e migliorarla. Ipotesi molto difficile e l'unica possibilità che rimane è di monetizzare tramite la vendita di qualche big e ridimensionamento della qualità.

Un gran bel giro di parole per evidenziare che non siamo compratori del titolo nonostante il calo a doppia cifra percentuale. Anzi, il mancato superamento di 1.40/45 euro, in chiusura, proietterà il titolo verso la zona di 1.25/1.20 euro.

Attendere.

 

 

 

 


Analisi del 15/04

 

 

Il titolo ha raggiunto la zona di 1.72/75 euro e, in tutta sincerità, la posizione che avevamo assunto alla vigilia della partita con l'Ajax è stata liquidata. Non intendiamo procedere ad alcun nuovo ingresso in compera anche perché, a nostro avviso, il mercato da per scontato il passaggio alla semifinale. Agiremo solo dopo la partita se il titolo dovesse correggere. Noi ci attendiamo il raggiungimento di area 1.80/85 euro come massimo livello possibile. In linea di massima torneremo compratori al raggiungimento di area 1.58/1.60 euro. Indicazione da confermare. 


Analisi del 12/04
 





 

Netto recupero del titolo e raggiungimento della zona di 1.66 euro, dove si colloca il primo ostacolo di brevissimo. Il movimento del titolo è molto deciso e questo ci spinge a credere che non solo sarà superata la soglia di 1.66 euro ma sarà raggiunta la zona di quota 1.72/75 euro. La posizione dell'indicatore conferma questa ipotesi tanto che la media si mantiene in zona neutrale mentre l'oscillatore è già in forte eccesso rialzista. Del tutto probabile la formazione di una divergenza ribassista (massimi crescenti per il titolo e decrescenti per l'oscillatore) che dovrebbe favorire l'allungo verso 1.72/75 euro.

Manteniamo la, modesta, posizione che abbiamo assunto prima della partita con l'Ajax. 

 

 


Commento dell'11/04

In tutta sincerità era la prima volta che investivamo su un titolo di calcio. Come nelle migliori occasioni, il tentativo non sta dando i frutti sperati ma non disperiamo perché il vero obiettivo che abbiamo sul titolo si colloca in area 1.75/80 punti e ci attendiamo che questa soglia possa essere raggiunta nel momento in cui la squadra passerà il turno che avverrà in coincidenza con la vittoria in campionato. 

Per il momento, anche se abbiamo pochi titoli, siamo sempre in mantenimento. 

Ultime notizie

© 2019 4Trading.it. Tutti i diritti riservati. P.IVA 03762510406