Aggiornato a Sabato 24 Agosto ore 19:48

Euro dannoso per gi italiani? Non secondo Linkiesta

Pubblicato il 03/03/2019 alle ore 23:52:26

Un commento fuori dal coro che, a nostro avviso, ha fondamento. Poi, ognuno la pensi come vuole



L’ennesima bufala cattura da giorni la fantasia degli italiani: l’euro ci è costato quasi 5mila miliardi, poco meno di 80mila euro a testa! L’ha detto un “prestigioso centro studi tedesco” riconoscendo, al contempo, che la Germania ci ha invece guadagnato. Senza euro ora vivremmo alla grande grazie ai “soldi” che i tedeschi ci hanno portato via. Grazie all’interazione fra lobbisti al soldo, intenti a spacciare baggianate adulterate come se fosse ricerca di qualità, e la professionalità del giornalista medio italiano, il quale verifica sempre l’attendibilità di quanto il pusher rossobruno gli offre a buon mercato, questa ridicola fandonia è oramai parte della chiacchiera nazionale e sarà impossibile sradicarla.

Lo “studio” cerca quattro paesi non euro i cui PIL per capita – combinati in una insalata russa statistica che va sotto il nome di synthetic control e non si meritava questa infamia – si comportino come quello italiano tra il 1980 ed 1999. I paesi scelti sono, Australia (31%), Giappone (2%), Israele (4%) e Regno Unito (63%). I numeri fra parentesi sono le percentuali con cui l’insalata russa statistica, che chiameremo per brevità “Bufala”, viene composta. Negli anni indicati (a dire il vero: sino al 1992-93) sommando il 31% del PIL australiano al 2% del giapponese, eccetera, si ottiene più o meno quello italiano. Miracolo: la Bufala diventa l’Italia senza euro e viene servita per cena, in salsa rossobrunata, dai teleschermi degli italiani.



Continua a leggere

https://www.linkiesta.it/it/article/2019/03/02/leuro-ha-fatto-male-allitalia-ecco-perche-e-una-bufala-colossale/41281/

 

Ultime notizie

© 2019 4Trading.it. Tutti i diritti riservati. P.IVA 03762510406